Ragazze! come diventare pilota Easyjet!

easyJet ha lanciato oggi una campagna nazionale per ispirare più ragazze a diventare piloti di linea.

In un film di reclutamento pubblicato oggi, la compagnia aerea ha reinventato una scena famosa del film di Hollywood Catch Me If You Can, dove Leonardo DiCaprio ha impersonato un pilota ad alta quota in un aeroporto.

Riprendendo la scena del film, easyJet spera di correggere i malintesi trasmessi dai film di Hollywood come Top Gun, The Aviator e Flyboys che essere un pilota è il lavoro di un uomo. easyJet ha sorpreso i vacanzieri e i viaggiatori d’affari all’aeroporto di Londra Southend riprendendo la scena famosa con un cast di bambini, di età compresa tra i cinque e i nove anni, che hanno messo una ragazza al centro.

A guidare il cast c’era la bambina di nove anni Hannah Revie, la figlia del vero capitano di easyJet Emily Revie. Nel cortometraggio (soprannominato ‘ Catch Up, If You Can’ ), Hannah ha adottato la spavalderia di DiCaprio in uniforme easyJet ed è stata affiancata da un entourage di ragazzi, interpretando il ruolo dell’equipaggio di cabina, giustamente interpretato dai bambini dello staff di easyJet, per ispirare le ragazze a perseguire una carriera pilota.

Lo stunt è stato avviato sui risultati della ricerca easyJet. Il sondaggio dei 500 piloti di easyJet ha rilevato che, da bambini, i ragazzi avevano più probabilità delle ragazze di considerare una carriera da pilota. Più della metà (55%) dei piloti maschi sapeva di volere il lavoro all’età di 10 anni. Le donne erano meno appassionate, dato che solo la metà (50%) aveva pensato alla carriera solo quando avevano 16 anni o addirittura più. Sorprendentemente, oltre un quinto (22%) dei piloti di sesso maschile era già stato venduto sul lavoro all’età di cinque anni.

easyJet sta sostenendo le donne piloti del futuro in previsione del primo giorno di ritorno a scuola per studenti del Regno Unito la prossima settimana, poiché molti bambini ritornano a un nuovo mandato considerando le loro future opzioni di carriera.

La compagnia aerea vuole incoraggiare nuovi talenti nella cabina di pilotaggio per affrontare uno squilibrio di genere nel settore attraverso la sua Amy Johnson Initiative, lanciata nel 2015. L’iniziativa è stata collegata con un afflusso di talenti femminili alla compagnia aerea: nuovi numeri pilota per i piloti di easyJet sono cresciuti dal 6% (2015) al 13% (2017). easyJet ha fissato un obiettivo per il 20% di nuovi piloti che si uniranno alla compagnia aerea per diventare donne entro il 2020, in un momento in cui solo il 5% di tutti i piloti di tutto il mondo sono donne, come previsto dalla International Society of Women Airline Pilots.

La ricerca di easyJet ha scoperto che i modelli di ruolo dell’infanzia positivo, come la TV e le stelle del cinema, i membri della famiglia e gli incontri con i veri piloti, erano di vitale importanza per stimolare i giovani a prendere in considerazione la carriera e così la compagnia aerea continua la sua campagna per aumentare la visibilità dei piloti al di fuori di aeroporti. Nei tre anni trascorsi dal lancio dell’iniziativa Amy Johnson Flying, i piloti easyJet hanno visitato più di 150 scuole e college per promuovere la carriera. La compagnia aerea ora sta anche lavorando con Girlguiding per offrire un badge Aviation per Brownies.

La mamma di Hannah, la capitano di easyJet Emily Revie, che proviene da quattro generazioni di piloti e anche le caratteristiche del film, ha dichiarato: ” Quando ero a scuola il fatto di essere un pilota era sicuramente considerato una carriera per i ragazzi e mi è stato detto di pensare a cos’altro potrebbe fare come un lavoro. Questo malinteso non è aiutato dai produttori di Hollywood che hanno l’abitudine di mettere sempre attori maschili nella cabina di pilotaggio. Sono davvero contento di prendere parte a un’iniziativa per incoraggiare più ragazze come Hannah a considerare la carriera. Amo il mio lavoro e lo consiglierei a chiunque . “

Chris Browne, Chief Operations Officer di easyJet, ha dichiarato: ” Dalla nostra ricerca è chiaro che cambiare le percezioni e le ambizioni per le donne inizia a scuola. Volevamo creare una divertente ma stimolante interpretazione di questa famosa scena cinematografica, per ispirare più ragazze a perseguire questa carriera gratificante. Speriamo che la nostra campagna ispira una nuova generazione di piloti, sfida gli stereotipi di genere e incoraggia più donne a prendere il volo “.

La figlia Hannah ha detto: ” Penso che le ragazze possano fare qualsiasi lavoro vogliono. Mi è piaciuto molto prendere parte al film e mi è sembrato così eccitante indossare una vera uniforme da pilota come la mia mamma. Un giorno potrei essere un pilota come lei e anche il quinto pilota della mia famiglia. “

Nel corso dell’esercizio 2018 easyJet recluterà 460 nuovi piloti per soddisfare le richieste record per la compagnia aerea per il terzo anno consecutivo, come la sua rete europea continua a crescere. Le opportunità vanno dai piloti cadetti che iniziano la loro carriera a co-piloti esperti e capitani di altre compagnie aeree e militari. 

Il programma di formazione pilota easyJet di Generation è aperto dal 3 settembre per gli aspiranti piloti. 

Per scoprire come diventare un pilota per easyJet, visita http://becomeapilot.easyjet.com/

-FINE-

Per maggiori informazioni contattare Sam Corry o Georgina Vincent

 sc@taylorherring.com/ gv@taylorherring.com

Tel: 0208 206 5151

Informazioni su easyJet

easyJet è la principale compagnia aerea d’Europa che offre una combinazione unica e vincente della migliore rete di rotte che collega gli aeroporti principali d’Europa, con tariffe particolarmente vantaggiose e un servizio cordiale.

easyJet vola su più delle rotte più famose d’Europa rispetto a qualsiasi altra compagnia aerea. easyJet trasporta oltre 83 milioni di passeggeri all’anno, di cui oltre 13 milioni viaggiano per lavoro. easyJet vola 308 aerei su più di 1000 rotte verso 154 aeroporti in 33 paesi. Più di 300 milioni di europei vivono a un’ora di auto da un aeroporto di easyJet.

easyJet mira ad essere un buon cittadino aziendale, impiegando persone con contratti locali in otto paesi in tutta Europa, nel pieno rispetto delle leggi nazionali e riconoscendo i loro sindacati. La compagnia aerea supporta un certo numero di enti di beneficenza locali e ha anche una partnership aziendale con l’UNICEF che ha raccolto oltre 10 milioni di sterline per i bambini più vulnerabili da quando è stato istituito nel 2012.

La compagnia aerea prende sul serio la sostenibilità. easyJet investe nelle tecnologie più recenti, opera in modo efficiente e riempie la maggior parte dei suoi sedili, il che significa che l’impronta di carbonio di un passeggero easyJet è del 22% inferiore a quella di un passeggero di una compagnia aerea tradizionale, che percorre lo stesso aeromobile sulla stessa rotta.

L’innovazione è nel DNA di easyJet – dal nostro lancio più di 20 anni fa, quando abbiamo cambiato il modo in cui le persone volano fino ai nostri giorni, guidando l’industria in innovazioni digitali, web, ingegneristiche e operative per rendere i viaggi più facili e accessibili per i nostri passeggeri.

Criteri di immissione del programma di formazione pilota easyJet di generazione:

  • avere almeno 17 anni di età per presentare domanda e 18 anni per iniziare la formazione
  • detenere un minimo di 5 GCSE (o equivalente) di grado C o superiore, inclusi matematica, scienze e lingua inglese
  • essere fluente in inglese (verbale e scritto)

Per informazioni complete sull’applicazione al programma di formazione pilota easyJet di generazione, visitare http://becomeapilot.easyjet.com/

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.