5 cose da fare a Vienna – Austria

Vienna è la capitale mondiale della musica, una città monumentale, capitale dell’Impero Asburgico, con ben 27 castelli e circa 150 palazzi storici, insomma tanto da vedere e visitare, ho voluto però selezionare le cose più particolari.

 

1) Una passeggiata in centro

Partite con una piacevole passeggiata in centro, il centro pedonale è davvero “imperiale” gremito di turisti  in qualsiasi periodo dell’anno è ricco di tante cose da vedere, scorci storici ovunque…quindi scarpe comode!

Il simbolo di Vienna è il Duomo di San Stefano, edificio gotico più importante di tutta l’Austria, possiede quattro torri la più alta è di 136 metri visitabile e dalla quale, dopo 343 gradini, si gode una vista sconfinata della città. Oltre alle cappelle laterali, i numerosi altari, le torri nel Duomo, c’è anche un impressionante tesoro fatto da reliquie decorate con oro e gemme preziose, numerosi sepolcri di personaggi importanti come l’imperatore Federico III, la cui dimora eterna è un imponente e pesantissimo sarcofago di marmo.

Vengono organizzate visite guidate al Duomo e alle catacombe, anche per bambini.

Link per informazioni: www.stephanskirche.at

Passeggiate per la strada “Graben” uno dei luoghi di vienna, tanti negozi e zona pedonale dal 1974 sembra più che una strada una lunga piazza. Al centro la “Colonna della peste” eretta nel 1687 durante una grave epidemia. Tanti bei Palazzi costruiti tra il 700 e l’800, con una passeggiata ne vedrete molti.

Finita la “Greben” svoltate a sinistra ed entrate nella strada chiamata Kohlmarkt, più stretta ma con negozi di gioielleria molto famosi e il negozio di pasticceria “Demel” che fu fornitore ufficiale della Corte.

Alla fine di questa strada  e sempre storico potete vedere il Palazzo Imperiale Hofburg, fu originariamente un castello medievale di cui sono ancora visibili delle tracce, successivamente fu residenza della famiglia dell’imperatore fino al 1918, oggi è la sede del Presidente della Repubblica e un importante centro congressi oltre alla sede di numerose collezioni d’arte. Potete visitare le sale di rappresentanza dell’imperatore e le camere private della famiglia imperiale e vedere quanto sfarzosamente vivevano.

Link per informazioni: www.hofburg.com

In centro pasticcerie e gioiellerie la fanno da padrone, magari con le seconde fatevi solo gli occhi, ma cedete alla tentazione e provate…

 

2) Cosa mangiare a Vienna

La Sachertorte

A Vienna dovete provare la Sachertorte, direi che è un must essendo stata inventata qui da Franz Sacher, pasticciere che lavorava per l’allora ministro degli esteri austriaco, agli inizi dell’ottocento e sicuramente amante del cioccolato.

Si tratta di una torta fatta appunto da due strati di cioccolato tra i quali viene inserito uno strato di marmellata di albicocche o ciliegie, il tutto ricoperto da uno strato di cioccolata fondente.

La ricetta originale è presso la pasticceria Sacher, che detiene il marchio di fabbrica, le Sachertorte mangiate in altre pasticcerie (ormai in tutto il mondo), sono quindi delle imitazioni.

Recatevi quindi presso il Cafe Sacher, Philharmonikerstrasse 4, per una fetta di Sachertorte e un caffè o un tè.

Potete anche comprare una torta da portare a casa, vi sarà confezionata in una scatola di legno, se dovete fare un presente il risultato è assicurato.

Le cotolette

Poi sicuramente da provare le fettine panate (Wienerschniztel), una specie di cotoletta, pare che siano stati i viennesi a inventare la cotoletta panata e non i milanesi, lasciamo però questa disputa ad esperti in un altro campo.

Il posto più rinomato per mangiarla è il Cafè Mozart, Albertinaplatz 2, dedicato al famoso compositore, magari un po’ più caro di altri ristoranti, ma molto famoso e con una storia che ormai supera i duecento anni.

Potete accompagnare la cena con della birra, ma anche con del vino, Vienna è una zona di vitigni, provate il Gemischter Satz, letteralmente “misto” è un vino particolare perchè prodotto da diversi vitigni coltivati tutti nello stesso vigneto.

 

3) Casa della musica

Raramente inserita negli itinerari di viaggio ritengo che, poiché inusuale e divertente, sia la meta ideale per chi visita Vienna e non vuole fare qualcosa di speciale.

Situata in centro storico nel palazzo Erzherzog Karl è più di un museo della musica, è un luogo dove le note si possono sentire, riprodurre e vedere 🙂 grazie a una serie di installazioni che vi faranno vivere la musica, facendo divertire i bambini e facendo tornare un po’ bambini anche gli adulti.

Dalla scala all’entrata inizierete a suonare, ogni scalino emette un suono, è un pianoforte! Potete poi dirigere l’orchestra di Vienna, il “Virtostage”, che per i più piccoli è un concerto dello zoo.

Un’altra installazione il “Namadeus” dove i nomi vengono trasformati in un’interpretazione mozartiana.

In altre stanze vi accoglieranno gli ologrammi di Beethoven, Haydn e ovviamente Mozart.

La visita vi darà anche informazioni storiche: in questa casa è vissuto Otto Nicolai (1810-1849), fondatore dell’orchestra Filarmonica di Vienna, esposto il decreto di fondazione di quest’ultima, bacchette dei direttori d’orchestra più famosi, …

La lingua delle spiegazioni è in tedesco e in inglese, il linguaggio della musica è universale 🙂 ma se entrando scaricate l’app avrete spiegazioni in italiano.

Costo del biglietto:

13 euro gli adulti

6 euro i bambini dai 4 agli 11 anni

0 euro i bambini dagli 0 ai 3 anni

6,5 euro Night Ticket dalle 20.00 alle 22.00

Orari:

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00

 

Link sito museo: www.hdm.at

 

4) Il Prater

Con una famiglia come la mia a Vienna questa è una tappa obbligata e per una volta l’amore per i parchi tematici si coniugherebbe con il mio desiderio di pace 🙂

Si perchè questo è un parco divertimenti con 250 attrazioni da un lato, dall’altro un parco con prati e boschi, antica riserva di caccia imperiale.

Nel “Prater verde” si possono fare pic-nic, passeggiate, jogging, ciclismo, giochi all’aria aperta e sedersi per una pausa nei vari caffè che si trovano lungo i sentieri, il viale principale è lungo 4,5 chilometri e fiancheggiato da 2500 alberi.

All’interno di esso un trenino che fa un percorso di circa 4 chilometri, imperdibile!

Il Prater parco tematico, chiamato Wurstelprater dai viennesi, ha invece attrazioni per tutta la famiglia: rollercoaster (montagne russe), trenini dell’orrore, simulatori di volo, ma l’attrazione più famosa è sicuramente la ruota panoramica costruita nel 1897 (rimodernata nel 2008), un giro su di essa vi riporterà in altre epoche.

All’interno del parco anche un museo delle cere, Madame Tussauds, dove incontrare faccia a faccia “freddi” personaggi famosi, da Arnold Schwarzenegger alla Regina Elisabetta.

Al cinema 5D si percorre un pezzo di Muraglia Cinese a bordo di un risciò.

La Torre del Prater porta i suoi ospiti ad un’altezza di 117 metri e li fa girare in aria a 60 km/h… come vista la città.

Ci sono altre attrazioni adrenaliniche che io probabilmente non proverò mai, per citarne qualcuna Turbo Boost, Bungee Jump, Ejektion Seat, Skyfall e Space-Shot, ma di queste farò scrivere ad Andrea 🙂

All’interno del parco è possibile poi provare lo skydiving indoor: la simulazione di un salto in paracadute da 4000 metri di altezza a 280 km/h, il pacchetto base costa € 49, di seguito il link per i dettagli www.windobona.at

Labirinti di specchi, go-kart, trenini delle grotte, sale giochi, minigolf, altalene e scivoli, … credo che possa bastare 🙂

Link del parco: http://www.prateraktiv.at/

 

5) Dove dormire a Vienna

Trovare hotel a Vienna non sarà un problema, le offerte ricettive sono molte e dalle 2 stelle di buona qualità perchè pulite e accoglienti, seguite le nostre proposte sotto riportate

Link confronto Hotel: www.momondo.it

Link Altri Hotel: Lol.travel

Luisa S.

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.