Rubrica: succede nel Mondo 05-12-17

Una nuova uscita della rubrica settimanale su cosa sta accadendo nel mondo. Le notizie provengono direttamente dalla Farnesina e saranno utilissime per spostamenti e per essere sempre informati.

 

Europa

Danimarca

pubblicato il 01.12.2017

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen.

Il Governo danese ha disposto dal 4 gennaio 2016 l’introduzione di controlli a campione del traffico transfrontaliero alle frontiere con la Germania.

Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si prenda visione dell’Approfondimento “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero”.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento : “Prima di partire – Documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto d’ingresso: non necessario per soggiorni inferiori a tre mesi.

Formalità valutarie e doganali: nessuna.

Viaggiatori con animali  (cani e gatti)

Cani e gatti devono essere accompagnati dal passaporto per animali istituito dalla UE per i movimenti tra i paesi membri. Gli animali devono portare un microchip o un tatuaggio per poter essere identificati. Devono inoltre essere stati sottoposti a vaccinazione antirabbica.

La legge danese sui cani del 2014 stabilisce inoltre  un elenco di 13 razze canine il cui ingresso in Danimarca è proibito, pena il sequestro e il successivo rimpatrio forzato dell’animale (a carico del proprietario dello stesso):

1.Pitt Bull Terrier

2.Tosa Inu

3.American Staffordshire Terrier

4.Fila Brasileiro

5.Dogo Argentino

6.American Bulldog

7.Boerboel

8.Kangal

9.Central Asian Shepherd Dog (ovcharka)

10.Caucasian Shepherd Dog (ovcharka)

11.South Russian Shepherd Dog (ovcharka)

12.Tornjak

13.Sarplaninac

Maggiori informazioni sulla “Danish Dog Law” sono disponibili sul sito del Ministero dell’Ambiente danese (in inglese) al link seguente:

https://www.foedevarestyrelsen.dk/english/ImportExport/Travelling_with_pet_animals/Dogs_cats_ferrets/Pages/default.aspx

 

Avvertenze:

La Groenlandia e le Isole Faroer fanno parte del Regno di Danimarca ma, in virtù del loro statuto autonomo, non dell’Unione Europea e tanto meno dell’Accordo di Schengen.

Trova quindi applicazione una disciplina differente per quanto riguarda i documenti di viaggio e la copertura sanitaria.

I servizi di emergenza sono garantiti chiamando il n. 112 (ma verrà successivamente chiesto il rimborso delle spese sostenute dal sistema sanitario per il trattamento medico somministrato).

Sia in Groenlandia che nelle Faroer, ai cittadini UE è richiesto di munirsi di un passaporto valido (senza visto) ai fini dell’ingresso nel territorio. A volte vi è la prassi di accettare la carta d’identità valida per l’espatrio, recante l’espressa dicitura “cittadinanza: italiana” (nel caso di minori la carta d’identità è accettata solo se il minore è accompagnato dai detentori della potestà genitoriale), ma è altamente consigliato di avere sempre con sè un passaporto valido.

La patente italiana è riconosciuta, così come la copertura sanitaria italiana, tramite tessera europea di assicurazione medica (TEAM); è escluso dalla copertura sanitaria il rimpatrio del connazionale.

 

America Centrale

Honduras

Pubblicato il 05.12.2017

Governo indice coprifuoco

Il 26 novembre si sono tenute in Honduras le elezioni presidenziali, legislative e locali.
In attesa dei risultati definitivi si sono tenute manifestazioni nelle principali citta’ che hanno provocato scontri ed in alcuni casi saccheggi. Alla luce di tali tensioni il Governo ha indetto il coprifuoco su tutto il territorio del Paese ad esclusione di tre zone: 1) Islas de la Bahia; 2) città di Trujillo; 3) Copan. Tale misura che prevede la temporaneamente sospensione di alcune garanzie costituzionali tra cui il diritto alla libera circolazione dalle 20.00 alle 05.00. Tale disposizione, in vigore dal 5 di dicembre, rimarra’ valida per sei giorni. In considerazione, di tale situazione, si raccomanda di posticipare i viaggi non strettamente necessari a Tegucigalpa.
Si raccomanda infine cautela negli spostamenti e di:
– evitare ogni tipo di assembramento;
– attenersi alle indicazioni delle autorità locali;
– mantenersi informati sugli sviluppi della situazione attraverso i media

 

Africa

Etiopia

Pubblicato il 05.12.2017

Situazione di sicurezza

Negli ultimi mesi si sono intensificate le violenze inter-etniche tra le popolazioni oromo e somale, specialmente lungo il confine tra lo Stato Regionale Oromia e lo Stato Regionale Somalo. Nelle ultime settimane si sono registrate tensioni anche in alcune località dell’Oromia, in particolare a Shashamene, Ambo e Wolisso, e nelle aree limitrofe. In ragione della volatilità della situazione, si consiglia ai connazionali di evitare gli spostamenti stradali non essenziali nelle aree segnalate, e di tenersi informati sugli sviluppi della situazione. Per emergenze l’Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba è contattabile ai seguenti indirizzi email ambasciata.addisabeba@esteri.it e addisabeba.pr@esteri.it al cellulare di reperibilita’ +251 911 247 513.

Asia

Pakistan

Pubblicato il 27.11.2017

Manifestazioni. Aggiornamento

Le manifestazioni segnalate nei giorni scorsi si stanno esaurendo.

La situazione logistica delle principali città non è ancora completamente normalizzata, e permangono ostacoli alla circolazione.  I principali aeroporti risultano accessibili.Si continua a raccomandare di limitare gli spostamenti e di mantenere elevata la soglia di attenzione, attenendosi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorità locali  e seguendo gli sviluppi della situazione attraverso i mezzi di comunicazione disponibili.Per emergenze, contattare l’Ambasciata d’Italia a Islamabad al numero 00923008549966 e il Consolato d’Italia a Karachi al numero 00923028270085

 

Indonesia

Pubblicato il 30.11.2017

Attività vulcanica Monte Agung a Bali. Aggiornamento

l Monte Agung a Bali ha intensificato  la sua attivita’ vulcanica con una significativa dispersione di ceneri nell’atmosfera e la fuoriuscita di materiale lavico. Le Autorità  hanno alzato il livello di allerta  da 3 a 4 aumentando il raggio di interdizione al vulcano  a 12 km (fascia considerata di massima sicurezza).

Non è possibile fare previsioni riguardo alla durata dell’attività vulcanica né’ all’intensità del fenomeno nei giorni futuri.

L’Aeroporto Internazionale di Bali è stato riaperto ma la situazione resta  in continua rapida evoluzione, potendo essere di nuovo chiuso in funzione della direzione dei venti. La situazione dell’Aeroporto internazionale di Lombok è simile a quella di Bali.

Si raccomanda ai viaggiatori di rivolgersi alla propria compagnia aerea per informazioni circa l’operatività del proprio volo. Come avvenuto nei giorni scorsi, alcune compagnie potrebbero decidere di annullare i voli a prescindere dalle indicazioni delle Autorità locali. A coloro che si trovino già sull’isola, si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorità locali.

Maggiori informazioni circa la situazione del Vulcano Agung possono essere reperite sul sito dell’Autorità nazionale indonesiana per la gestione dei disastri alla pagina https://www.bnpb.go.id/ , nonchè: Vulcano Agung Crisis Center +62 81321100319  –   Hotline: +62 3619351011  ext.  5055  –   Airport Emergency Operation Center +62 37065157000 ext. 888

 

Altre Notizie direttamente cliccando qui

Andrea C.

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.