Cosa mangiare e bere a Creta – Grecia

Quando viaggiamo, qualsiasi sia la meta, uno dei nostri obiettivi è sempre provare le specialità enogastronomiche del luogo in cui ci troviamo.

A volte di nostro gusto, altre volte un po’ meno, non rinunciamo mai a sperimentare, sicuri che ci lascerà un ricordo specifico legato alla nostra vacanza.

Sapori e odori rimangono nella nostra memoria.

Conoscevamo già la cucina greca, nella nostra città c’è un solo ristorante greco, non siamo clienti affezionati, ma abbiamo avuto il piacere di provarne i piatti, siamo stati in passato ad Atene e anche in quell’occasione abbiamo assaggiato qualche specialità, ma questa è stata l’occasione per provare nuove leccornie elleniche e per consolidare il nostro amore per quelle già conosciute.



 

Intanto la cucina greca ha parecchie assonanze con quella italiana, l’uso dell’olio di oliva per esempio la fa da padrone nella preparazione e conservazione dei piatti e poi si tratta sempre di “dieta mediterranea” (dieta non in senso di dimagrante perché in questo caso è un’interpretazione decisamente poco attinente 🙂 ).

leggi anche il nostro articolo su creta con un bimbo 

Ecco cosa secondo noi è assolutamente da provare:

 

La moussaka

Trattasi di un ibrido tra la nostra lasagna alla bolognese e la parmigiana di melanzane, sicuramente il piatto greco più conosciuto al mondo.

Strati di besciamella morbida e spumosa si alternano con melanzane fritte e ragù di carne di agnello (o di altre carni nelle versioni più moderne). La tradizione vorrebbe uno strato di patate tagliate a rondelle e fritte come base, non sempre ci sono, ma il risultato è comunque molto sostanzioso in ogni caso.

Pare che la ricetta sia nata proprio a Creta e abbia subito le influenze arabe e turche.

Abbiamo trovato delle varianti durante la nostra permanenza in Grecia come la moussaka di verze, l’abbiamo assaggiata, ma niente a che vedere con l’originale.

Souvlaki

Gli spiedini (il significato letterale di questa parola).

Sono famosissimi ormai anche nel resto del mondo (direi come la moussaka), ma mangiati in loco e in riva al mare hanno un sapore diverso.

La carne può essere di agnello, capretto,manzo, maiale, pollo o addirittura di pesce. Vengono mangiati sia a pasto che come street food “da passeggio”.

Li abbiamo mangiati varie volte, ma quelle che ho preferito è stata Souvlaki di manzo accompagnati da pita (pane).



 

I formaggi

Io adoro i formaggi, di tutti i tipi e in Grecia se ne trovano davvero di particolari.

Oltre alla classica feta, formaggio di capra, che troviamo nei supermercati italiani in una versione più o meno simile a Creta, abbiamo scoperto, si trova il myzithra, un formaggio morbido tipico di quest’isola proposto spesso con un “impanatura” di spezie e aromi e speciale accompagnato da pomodori e olive. L’ho mangiato praticamente tutti i giorni della nostra permanenza!

Lo yogurt

Decisamente molto conosciuto anche in Italia negli ultimi anni lo yogurt greco, con la sua consistenza e cremosità è una cosa da provare assolutamente e, in loco, come sempre, è ancora più buono,

Io lo mangiavo a colazione accompagnato da miele e frutta secca, sicuramente molto energetici e goduriosi, ma lo si può mangiare anche come merenda o dessert magari con un topping al cioccolato.

Raki e Ouzo

Ho scoperto di che cosa si trattava in modo quasi “violento”: mentre aspettavo la mia “dose” di barbecue mi è stato offerto dai cuochi un bicchierino contenente un liquido trasparente, ho chiesto subito di cosa si trattasse e mi è stato risposto “aperitivo”…

Ho un’idea leggermente diversa di aperitivo 🙂

Raki è un distillato di vinaccia, una grappa, gradazione alcolica minima 40% di tradizione antichissima, pare dall’Impero ottomano.

Conoscevo già l’Ouzo, anch’esso un distillato ad alta gradazione alcolica al quale viene aggiunta anice. Poiché viene bevuto allungato con acqua e con aggiunta di ghiaccio l’Ouzo può essere considerato un aperitivo anche da me. Nell’odore e sapore quest’ultimo ricorda la nostra Sambuca.



 

Questi sono i piatti che più ci sono rimasti nel cuore, la Grecia e Creta in particolare offrono tanto altro: ovviamente il pesce, soprattutto alla griglia e senza aggiunte particolari è davvero buonissimo (calamari, pesce spada per citarne due), abbiamo apprezzato meno invece le ricette molto speziate perché, a nostro parere, il gusto del pesce veniva coperto completamente.

Le salse di accompagnamento a base di yogurt e aglio come lo tzaziki e i dolci (davvero dolci) come la baklava con miele e pistacchi.

 

Lasciatevi tentare!

 

Luisa S.



 

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.